Cosa piantare ad agosto nell'orto: semine, ortaggi e lavori da fare

Cosa piantare ad agosto nell'orto: semine, ortaggi e lavori da fare

Nel bel mezzo dell'estate, molto ortaggi coltivati in primavera arrivano alla fine del loro ciclo culturale e ci si chiede quindi cosa piantare ad agosto in quelle porzioni dell'orto che si liberano. Le semine di agosto nell'orto sono importanti al fine di avere un orto ricco anche nel periodo invernale. Ma vediamo anche cosa trapiantare ad agosto tra le piantine che possiamo aver coltivato in semenzaio oppure comprato direttamente in vivaio.

Cosa seminare nell'orto ad agosto 

In agosto si possono seminare all'aperto finocchi, spinaci, radicchio e altre cicorie, lattughe e valerianella, rucola, rapanelli e carote, tutti ortaggi che saranno poi pronti per essere consumati in autunno. Quando andiamo a seminare all’aperto in piena estate, bisogna prestare molta attenzione che la terra non si secchi. Occorre bagnare frequentemente la zona dove abbiamo seminato con acqua a temperatura ambiente per non procurare uno shock termico alle piantine. Al fine di ridurre l'escursione termica, è meglio effettuare queste operazioni la mattina oppure la sera. 

Vediamo invece cosa seminare ad agosto in semenzaio: è il momento di preparare le cicorie tardive, tra cui il radicchio, ed iniziare a coltivare le cipolle invernali, se decidiamo di farle nascere da seme piuttosto che da bulbo. 

Il mese di agosto è un mese che ha caratteristiche climatiche sempre diverse di anno in anno e in ogni zona d'Italia ci sono delle peculiarità climatiche che si riflettono sulle caratteristiche degli orti. Nelle zone più calde del meridione è più indicato seminare esclusivamente in un semenzaio ombreggiato, mentre nelle zone più temperate del Nord Italia ci sono molti ortaggi da piantare ad agosto, tra cui:

  • Finocchi
  • Porro 
  • Cime di rapa 
  • Lattuga 
  • Carote 
  • Rucola 
  • Cavolo rapa 
  • Barbabietole 
  • Verza 
  • Cicoria da taglio 
  • Ravanelli 
  • Cavolo nero 
  • Spinaci 
  • Radicchio 
  • Cipolle 
  • Bieta da coste 
  • Soncino 
  • Insalata grumolo 
  • Zucchina 
  • Carciofo 
  • Fagioli 
  • Cavolfiore 
  • Broccoli 
  • Cavoletti di Bruxelles 

Cosa piantare nell'orto ad agosto 

Quando andiamo a trapiantare una piantina già formata, che è stata fatta crescere in vasetto e la mettiamo poi a dimora in campo, è importante inserirla nell’orto nel periodo corretto, in modo che trovi il clima giusto per crescere e fruttificare. Il momento giusto per il trapianto lo si individua fondamentalmente in base a da due fattori: la crescita raggiunta dalla pianta ed il clima esterno. 

Le verdure da piantare ad agosto sono le piantine di asparago, basilico, bieta da costa, carciofo, cardo, cavoli di tutte le varietà (broccoli, verze, cavolfiore, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, cavolo rapa) e poi ancora cetriolo, cicoria, cime di rapa, cipolla, fagiolo, finocchio, indivia, lattuga, porro, prezzemolo, radicchio, sedano e spinaci. 

Tra le piante da orto da piantare ad agosto possiamo includere anche piantine di mais, melanzana, peperone e zucchina, ma solo se effettuiamo i trapianti all'inizio del mese, dal momento che se si aspetta troppo non avranno abbastanza tempo per riuscire a svilupparsi e a produrre frutti maturi prima dell’inverno. 

Ad ogni modo, quando andiamo ad effettuare i trapianti nell'orto in agosto, bisogna sempre salvaguardare le piantine dalla calura estiva. Il sole battente ed il caldo esagerato possono causare un'aridità che va a danneggiare irrimediabilmente le piante giovani. Accorgimenti utili possono essere: l'installazione di reti ombreggianti, che evitino che i raggi del sole vadano a insistere troppo sulle piante, ed innaffiare in maniera costante, nelle ore serali oppure la mattina presto. Bisogna sempre fare attenzione al fatto che, se si utilizza un telo nero, si andranno a catturare maggiormente i raggi solari. 

Lavori nell'orto ad agosto 

Abbiamo visto cosa coltivare nell'orto ad agosto ma, in questi mesi, il lavoro nei campi può essere davvero faticoso, tra il sole, l'afa e le zanzare. Per fortuna in questa stagione spesso l'orto offre ortaggi e verdure particolarmente dissetanti, come pomodori, meloni ed angurie, che possono dare un po' di sollievo durante il nostro lavoro. 

Il caldo estivo secca il terreno e provoca un’alta traspirazione, che può essere causa di disidratazione nelle piante e per questo motivo, parlando dei lavori da fare nell'orto ad agosto, non possiamo che partire dalle irrigazioni. In particolare i pomodori, che vanno a frutto ad inizio mese, hanno un grande bisogno d'acqua. Bisogna sempre ricordarsi di non bagnare le piante nei momenti più caldi della giornata e di non utilizzare acqua troppo fredda, che può causare uno shock termico alle piantine. Effettuare una pacciamatura ci può aiutare a mantenere l'umidità del suolo. 

Oltre all'utilizzo di teli ombreggianti, una buona precauzione è anche la predisposizione di reti anti grandine, in maniera da salvaguardare le piante da possibili rovesci atmosferici. 

Cos'altro fare nell'orto ad agosto? Il terreno delle aiuole dell’orto va tenuto pulito e sarchiato, per evitare che si formi una crosta superficiale e per eliminare le erbe infestanti. Andiamo poi a verificare che le piante degli ortaggi da frutto siano ben sostenute dai tutori, in maniera che sopportino il peso dei frutti che vanno a maturare in questo periodo. 

Vai all'articolo precedente:Cosa piantare a luglio nell'orto: ortaggi, verdure e lavori da fare
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image