Cosa piantare nell'orto a marzo: le coltivazioni e i lavori da fare

Cosa piantare nell'orto a marzo: le coltivazioni e i lavori da fare

Marzo è il mese in cui torna la primavera, la temperatura diventa più mite e il timore delle gelate si fa più rado. Le semine e i trapianti sono alle porte, ed i lavori che si effettuano in questo periodo per far tornare l'orto vivo sono fondamentali, visto che si impostano molte colture che poi determineranno la produttività dell'orto in estate e in autunno. Coltivare l'orto a marzo è un piacere e probabilmente si tratta del periodo migliore per un principiante per iniziare quest'attività. Vediamo cosa piantare nell'orto a marzo in maniera da avere un raccolto florido e rigoglioso nei mesi più caldi.

Cosa piantare nell'orto nel mese di marzo

Orto cosa piantare a marzo in pieno campo

Tradizionalmente nel mese di marzo si pianta uno degli ortaggi più coltivati in assoluto, ovvero le patate. Il folclore popolare indica per la precisione il giorno di San Giuseppe, il diciannove marzo, come il momento esatto in cui piantare le patate, ma tra i tuberi a marzo si può metter nel terreno anche il topinambur. Se vediamo inoltre cosa piantare nell'orto a marzo si possono seminare ancora i bulbilli di aglio e le cipolle, anche se in realtà sarebbe stato più indicato farlo nei mesi precedenti. Al contrario, questo è un momento perfetto per seminare in pieno campo verdure a foglia come spinaci, rucola, lattuga, cicoria da taglio, biete, coste e prezzemolo.

Nelle zone più settentrionali, e in generale dove il clima è ancora rigido, è più indicato seminare l'orto a marzo sotto tunnel, oppure ricoprire il terreno di notte con del tessuto non tessuto. Nelle zone più temperate, invece, si può anche pensare di piantare zucche e zucchine, ma bisogna fare molta attenzione perché se si verificano gelate tardive in cui la temperatura scende sotto i 10 gradi, c'è il rischio che la crescita delle piante si blocchi e rimangano nane.

Nel mese di marzo si seminano anche diversi legumi come ceci, fagioli, piselli e fave, e sempre direttamente a dimora nelle aiuole dell’orto possiamo mettere barbabietola rossa, rapanelli e carote.

Esempio di semina orto a marzo sotto tunnel di tessuto non tessuto

Cosa coltivare nell'orto a marzo in semenzaio

Passiamo a vedere cosa seminare nell'orto a marzo in coltura protetta: nel mese di marzo si possono seminare un buon numero di orticole. Approfittando del riparo si possono far crescere bene le piantine, in maniera da trapiantarle poi fruttuosamente a primavera inoltrata. Per esempio a marzo si seminano basilico, anguria, melone, cetriolo, zucca, zucchina, peperone, pomodoro, melanzana, cavolo verza, carciofo, sedano, prezzemolo.

Cosa trapiantare nell'orto a marzo

Le piante che si possono trapiantare a dimora a marzo sono i ceci, gli spinaci, i cavoli primaverili e anche alcune insalate, come ad esempio la valerianella, le cicorie e le lattughe, sia da taglio che da cespo. Tra i trapianti nell'orto a marzo possiamo ancora trovare le colture perenni come le zampe di asparagi. Inoltre è un periodo indicato per trapiantare le fragole. Nelle zone con un clima non troppo rigido si trapiantano anche porri, arachidi, cardi, coste, erbette, barbabietole e rape.

Lavori di marzo nell'orto

Lavorazioni del terreno

Tra gennaio e febbraio bisognerebbe già aver preparato la maggior parte del terreno, ma in ogni caso è sempre indicato vangare prima delle semine. Marzo è anche un momento indicato per interrare il concime negli appezzamenti dove andremo a trapiantare in seguito, così che la terra conterrà elementi nutritivi e materia organica a sufficienza per nutrire le piante orticole.

In questo periodo è opportuno rivoltare i cumuli di compost, aiutandosi con un motocoltivatore, in maniera da uniformare i materiali e ossigenare quelli più interni, favorendo la decomposizione prima che arrivi il caldo estivo.

Pulizia e riordino

Prima di iniziare le semine in campo e i trapianti bisogna preparare per bene l’orto, sistemando per bene tutte le aiuole. È opportuno predisporre i vialetti dell’orto e i canali di scolo, assicurandosi di essere pronti per i mesi caldi con il recupero dell’acqua piovana, pensando a tettoie con grondaie, bidoni o cisterne.

Occorre pulire bene l’orto da tutte le erbe infestanti che si sono radicate nei mesi invernali. Inoltre dato che abbiamo appena seminato molte piante di piccola dimensione, è importante non lasciare che vengano danneggiate dalla concorrenza delle erbe spontanee. Un attrezzo estremamente indicato per effettuare questo lavoro è l'estirpatore manuale.

Cure colturali

Bisogna fare molta attenzione al gelo, in particolare se si vive in una zona fredda. Anche a marzo bisogna prestare molta attenzione per scongiurare il rischio di gelate tardive, premunendosi con una copertura di tessuto non tessuto che all’occorrenza può essere una precauzione decisiva. Per questo bisogna tenere d’occhio il termometro e le previsioni meteo, acquistando i teli per tempo in maniera che nel momento del bisogno siano a disposizione.

Il raccolto di marzo

L’orto di marzo è in piena ripresa e le coltivazioni vengono seminate e trapiantate. I principali ortaggi non sono ancora pronti, dato che servirà il calore dell’estate a far maturare i frutti. Tuttavia questo mese si possono cogliere le verdure da foglia, più tolleranti rispetto al freddo e più rapide come ciclo colturale, come spinaci, bieta da costa, alcuni cavoli e molte insalate.

Vai all'articolo precedente:Coltivare zafferano: guida pratica per iniziare a produrre il famoso "oro rosso"
Vai all'articolo successivo:Come coltivare il basilico: quando seminarlo e come curarlo
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta

 AVVISO:

Le consegne di Centro Verde rimangono regolari in tutta Italia, senza limitazioni!

LoginAccount
Torna su
Cookie Image