Eliminare erbacce dal giardino: guida pratica per un prato sano e rigoglioso

Eliminare erbacce dal giardino: guida pratica per un prato sano e rigoglioso

Le erbe infestanti nel giardino rappresentano da sempre il "cruccio" di tutti gli appassionati che investono tempo ed energie nella cura costante del proprio spazio verde adiacente all'abitazione: proprio il giardino infatti, pur essendo tra le zone più vissute e sfruttate specie durante la stagione primaverile ed estiva, ogni anno implica una vera e propria lotta volta ad estirpare tutte quelle specie che di fatto possono compromettere non solo la bellezza, ma anche il corretto sviluppo di fiori e piante. Le erbe infestanti del giardino possono essere sostanzialmente divise in due macro-categorie: esistono infatti esemplari a foglia larga o a foglia stretta di cui la più resistente risulta la gramigna, sempre piuttosto difficile da debellare. Ecco dunque una guida utile dedicata a come eliminare le erbacce dal giardino in maniera efficace e soprattutto prolungata nel tempo.

Erbacce in giardino come eliminarle

Prima di cercare di comprendere come eliminare erbe infestanti dal giardino è opportuno fare chiarezza su quelli che possono essere fattori determinanti per la loro comparsa. In realtà il motivo è piuttosto semplice: le erbe infestanti in giardino tendono a comparire nel momento stesso in cui il manto erboso risulta debole e "stressato" a causa di una scorretta manutenzione, di una scarsa o insufficiente irrigazione o ancora dell'utilizzo di concimi inadatti alla tipologia di terreno presente.

A questi fattori si vanno poi ad aggiungere ulteriori variabili che possono sicuramente compromettere la vitalità del giardino: tagli eccessivi del manto erboso, un elevato calpestio così come un'eccessiva compressione del terreno, favoriscono in maniera significativa la crescita di erbe infestanti. Tuttavia è possibile intervenire tempestivamente in modo tale da evitare l'inconveniente sia sul lungo periodo che nell'immediato, avvalendosi semplicemente di una serie di strumenti specifici in grado di pulire il giardino dalle erbacce in modo ottimale. 

Un giardino senza erbacce è sicuramente il sogno di ogni appassionato di giardinaggio: la maniera più semplice per intervenire, riducendo sensibilmente le erbe infestanti del prato è ricorrere al diserbo manuale, mediante l'utilizzo di un trapiantatore o di una paletta estirpante: tale dispositivo necessita di essere conficcato semplicemente nel terreno adiacente all'erba da rimuovere, per poi sollevare direttamente la zolla di terreno nella quale ha posto le proprie radici. Occorre tuttavia prestare attenzione a rimuovere completamente stoloni e fittoni che diversamente consentirebbero alla pianta infestante di vegetare ulteriormente riportando il giardino alle spiacevoli condizioni iniziali.

Diserbanti termici

Quando si parla di giardino infestato da erbacce, è possibile intervenire sfruttando particolari tecniche di diserbo che, proprio per rimuovere le erbacce nel prato, si avvalgono del calore: si parla dunque di diserbanti termici o pirodiserbo, un modo piuttosto particolare di ridurre la presenza di erbe infestanti che tuttavia risulta efficace e duraturo nel tempo. Predispone il terreno alla successiva coltivazione e permette di rimuovere erbe anche da ghiaia o terreno sassoso mediante un vero e proprio shock termico che interrompe la crescita delle stesse. Utile anche per eliminare erbacce dalle bordure delle aiuole così come lungo i sentieri o tra le fughe della pavimentazione. Tale processo avviene mediante l'impiego di un dispositivo professionale a gas o semplicemente elettrico, che consente in breve tempo di estirpare ogni genere di infestante, a tutto beneficio della bellezza del giardino, così come della sua funzionalità.

Diserbanti elettrici

I diserbanti elettrici di fatto risultano simili in tutto e per tutto a quelli termici: non presentano la necessità di impiegare l'utilizzo di bombole di gas ma prevedono l'ausilio di una vera e propria fiamma ossidrica, alimentata elettricamente e utile all'estirpazione dell'erbacce. In questo caso l'erba infatti, viene completamente bruciata e il calore della fiamma raggiunge molto facilmente anche il terreno più profondo, andando in questo modo ad atrofizzare le radici delle infestanti, impedendone ovviamente la crescita così come una nuova germinazione. Entrambi i diserbanti, sia elettrici che termici offrono il vantaggio di non rendere necessario l'intervento di agenti chimici potenzialmente dannosi, possono essere utilizzati con molta facilità e dispongono di modelli differenti in grado di soddisfare facilmente ogni genere di esigenza e di budget.

Diserbanti naturali per erbacce

Grazie all'utilizzo di un diserbante naturale, realizzato comodamente tra le mura domestiche, è possibile ottenere con facilità, risultati ottimali garantiti dai diserbanti chimici convenzionali, presentando tuttavia il vantaggio di non debellare gli insetti potenzialmente utili anche e soprattutto nella coltivazione biologica. Esistono varie metodologie per realizzare diserbanti naturali: maggiormente utilizzato dagli agricoltori è un mix costituito da aceto e succo di limone, in proporzione di 1 litro di aceto bianco/120ml di succo di limone spremuto che andrà semplicemente nebulizzato sulle piante infestanti fino a Farle seccare. Diversamente è possibile sfruttare il sale grosso, da spargere direttamente sulle erbacce prima e successivamente alla normale irrigazione del terreno praticata in questo caso con acqua bollente. Entrambi i metodi garantiscono risultati efficaci sebbene sia comunque necessario ripetere periodicamente il trattamento al fine di conservare al meglio il risultato ottenuto.

Vai all'articolo precedente:Quando concimare il prato e come farlo
Vai all'articolo successivo:Come acidificare il terreno
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image