I segreti dei Bulbi

7 Ottobre 2017
I segreti dei Bulbi

I Bulbi... vegetali diversi da tutti gli altri che si propagano sottoforma di piccoli tuberi in grado di far crescere fiori meravigliosi dalle fragranze irresistibili e dai colori sgargianti. Ma quali sono i segreti di questi vegetali? Come si piantano? Come si aiutano nella crescita? Scopriamolo insieme.

Schedato!

Prima di cominciare questo particolare e delicato argomento inizieremo differenziando i bulbi e spiegando i benefici che portano ad un giardino. I bulbi possono essere di due nature: primaverili ed estivi. I primi vanno piantati durante i mesi di settembre - ottobre e nasceranno durante il periodo primaverile mentre quelli estivi vanno piantati durante i mesi di febbraio - marzo e nasceranno intorno a luglio - agosto. Inoltre c'è da precisare anche che alcuni possono nascere in acqua mentre altri devono essere interrati. Ricordatevi sempre di informarvi sul tipo di bulbo che andate a piantare perchè alcuni di questi hanno necessità particolari che devono essere soddisfatte a pieno per far crescere la pianta in piena salute.

Ti serve una mano?

Le piante nate dai bulbi, oltre ad essere uno spettacolo per gli occhi, sono dei veri e propri aiutanti silenziosi del nostro giardino. Infatti, con le loro fragranze forti e decise, sono in grado di chiamare gli insetti buoni per il nostro giardino, come le api o tutti gli insetti impollinatori. Inoltre riescono al tempo stesso a tenere a debita distanza tutti gli insetti nocivi o dannosi per le piante. Alcune di queste piante sono anche comestibili, come per esempio la cipolla o l'aglio, ed è proprio quest'ultimo che torna utile per la nostra salute e non solo.

Fulmini e saette

Ma iniziamo il nostro viaggio decidendo il luogo più adatto per far crescere i nostri bulbi. La posizione è una parte cruciale del ciclo di vita del nostro bulbo. Infatti questo non ama molto il vento e sarebbe meglio un posto ben riparato e ombreggiato. Ciò permetterà al bulbo di rimanere protetto dalle eventuali intemperie e di poter assimilare completamente le risorse nutritive che gli vengono offerte. Proprio per questo motivo un'altra tecnica molto usata per piantare i bulbi è l'utilizzo dei vasi. Entrambi i metodi ci permetteranno di ottenere lo stesso risultato ma in due modi completamente diversi, scopriamoli insieme.

Piantare un bulbo

Se avete intenzione di fare crescere il bulbo nel terreno del vostro giardino dovete assicurarvi che il clima e l'ambiente circostante non influiscano in modo eccessivo sulla pianta. Detto questo iniziamo pulendo bene la superficie da erba e infestanti di varia natura. Successivamente scaveremo una buca verticale, per questa operazione potete sfruttare una paletta o un piantabulbi. Perchè verticale? Il bulbo è una pianta molto delicata, dopo averlo depositato in una buca conica potrebbe crearsi una sacca d'aria sotto di esso che andrebbe a produrre marcescenza o malattie in grado di compromettere la pianta ed è proprio per questo che vi sconsigliamo vivamente l'utilizzo di un punteruolo per la sua creazione. Un'altra avvertenza importante perchè il nostro bulbo possa nascere nel migliore dei modi è la profondità. Il bulbo deve essere piantato ad una profondità circa 2 volte la dimensione del suo diametro in modo che sia ben protetto dagli agenti atmosferici.

Vai tranquillo, ci sta

Depositare il bulbo in un vaso vi garantirà un maggior controllo sulla pianta ma a scapito di alcuni fattori come la protezione del bulbo. Infatti in un vaso la tecnica della "profondità" per proteggere la pianta da eventuali agenti atmosferici risulta essere del tutto inapplicabile a causa dello spazio ridotto, anche se si presume che questi vengano depositati in un luogo chiuso e al sicuro da eventuali agenti atmosferici. La terra che vi consigliamo per una presa efficiente del bulbo in questa circostanza è l'utilizzo di terriccio universale mescolato a sabbia e torba. Nel caso vogliate dare proprietà aggiuntive alla vostra pianta vi consigliamo di usufruire di concime per bulbi e non i normali concimi in commercio.

La preparazione del vaso

Il bulbo ha bisogno di vivere in un terreno ben drenato dall'acqua che un comune vaso non è in grado di offrirgli ma esiste una soluzione a questo problema. Coprite il fondo con dei sassolini e mettete successivamente il vostro miscuglio di terriccio, sabbia e torba. Questa tecnica permetterà all'acqua di passare rendendo umido il terreno ma senza impregnarlo. In questo modo il nostro bulbo sarà circondato da un terreno ideale per le sue esigenze.

Depositiamo il bulbo

Finalmente è arrivato il momento che tutti aspettavamo e che chiameremo "La deposizione del bulbo"! Il bulbo nelle sue varie forme è sempre dotato di due estremità una più allungata e una più tondeggiante. Dall'estremità più allungata nascerà la nostra piantina mentre dalla parte più tonda nasceranno le radici. Detto questo assicuratevi sempre di depositare il bulbo con l'estremità allungata verso l'alto se no comprometterete tutta l'operazione. Infine copritelo con del terriccio e annaffiate abbondantemente il tutto.

Ho piantato il bulbo e adesso?

Ora aspettiamo. Dopo la prima abbondante innaffiatura i bulbi non hanno bisogno di altra manutenzione fino a quando non vedremo spuntare le prime foglioline. Quando questo accadrà date una leggera annaffiata ma nulla di più. Nel caso vi siano periodi di forte siccità vi consigliamo di annaffiare i vostri bulbi quanto basta per rendere il terreno umido. In caso contrario, cioè dove le precipitazioni sono eccessive, tentate di far defluire l'acqua altrove evitando che il vostro bulbo ne venga sommerso.

Il giardino dei tulipani

I nostri bulbi sono sbocciati coprendo il nostro giardino di colori e buonissimi aromi ma questo spettacolo magnifico non durerà per sempre e per tenerlo più tempo possibile dovremmo intervenire con delle piccole azioni di pulizia. Controllate sempre i vostri fiori e assicuratevi che non vi siano marcescenze o foglie secche. In questo caso bisognerà effettuare dei tagli o togliere i petali appassiti, non solo per evitare sprechi di risorse della piccola piantina ma anche per evitare la nascita di malattie.

Il Consiglio di Centro Verde

Il bulbo è costituito da una leggera pellicola chiamata comunemente "tunica". Vi consigliamo di lasciarlo avvolto in essa specialmente se depositato in vaso per una maggiore protezione da agenti atmosferici, malattie e insetti di varia natura.

 

Lasciateci la vostra opinione e condividetela con noi!

Cosa ne pensate di questo articolo? Avete mai piantato dei bulbi? Conoscete altri segreti? Condividi con noi la tua esperienza lasciando un commento.

Vai all'articolo precedente:Come creare un fantastico Giardino in Bottiglia in pochi semplici passaggi!
Vai all'articolo successivo:Tutti i segreti per prendersi cura di un bonsai alla perfezione
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su
Cookie Image