Manutenzione tagliasiepi elettrici e a scoppio: lavori da fare

6 Settembre 2021
Manutenzione tagliasiepi elettrici e a scoppio: lavori da fare

Prima di mettere a riposo tutta l'attrezzatura da giardino, alla fine dell'estate, è importante eseguire una buona manutenzione del tagliasiepe. Dopo una stagione di attività, è fondamentale riporre lo strumento in un buono stato di pulizia, per garantirne il corretto funzionamento e l'efficacia del taglio, non appena se ne presenti la necessità.

Se lo si usa con frequenza durante la stagione, nel caso di un grande giardino con siepi estese o di allori particolarmente folti e rigogliosi, è utile fare una piccola manutenzione ogni 10-15 ore di utilizzo.

Come si effettua una corretta manutenzione del tagliasiepi?

Innanzitutto, è necessario fare una distinzione tra il tagliasiepe a motore e quello elettrico perché, sebbene in entrambi i casi sia indispensabile la pulizia delle lame come procedura principale, è altrettanto importante capire prima il loro funzionamento ed in cosa differiscono.

Il sistema delle lame di un tagliasiepi funziona allo stesso modo in entrambe le tipologie di macchina, quasi similarmente ad una ghigliottina per intendersi: una lama resta fissa, mentre la seconda, a doppia dentatura, scorre avanti e indietro in un'asta chiamata "suola". Il ramo che, a motore azionato, si trova nel mezzo della lama dentellata, viene reciso.

I tagliasiepi elettrici possono essere a batteria o a filo, con alcuni pro e contro. A loro vantaggio, c'è da dire che non sono inquinanti, e portandoli nella maggior parte dei casi all'altezza del viso, non c'è quindi il rischio di respirare gas tossici di scarico. Sono adatti e leggeri per l'uso domestico, nel caso di giardini di piccole dimensioni o di siepi piuttosto leggere. Inoltre, nel caso di tagliasiepe a batteria, questa può essere compatibile per l'utilizzo anche con altri accessori da giardino, come una motosega da potatura, uno sramatore o il tagliasiepe allungabile. Nel caso di tagliasiepi a filo invece, è importante prestare attenzione che sia correttamente agganciato alla macchina e che non sia d'intralcio all'operatore durante il taglio. 

Entrambe queste macchine, comunque, sono consigliate ad un uso domestico e ad un giardino di dimensioni contenute.

Per i professionisti è invece consigliato un tagliasiepe a scoppio, per il quale, oltre alla pulizia delle lame, si dovranno effettuare anche un controllo dell'oliatura dell'ingranaggio stesso delle lame e la pulizia del carburatore.

Nella scelta del tagliasiepi più adatto al nostro uso, va comunque ponderata la lunghezza della lama e lo spessore del taglio, oltre alla potenza del motore. Queste due sono generalmente proporzionali fra loro: maggiore è la potenza del motore e maggiore sarà anche la profondità del taglio, presupponendo che si abbia bisogno di un motore più forte per recidere rami più grossi. La lunghezza della lama invece va scelta sia in base all'altezza della siepe che a quella di chi utilizza l'attrezzo, o sarà costretto ad usare una scala.

Manutenzione lame tagliasiepi

Sia che abbiate un tagliasiepi a scoppio o uno elettrico, l'importanza della manutenzione delle lame è fondamentale. Per evitare problemi al motore della macchina, e quindi al malfunzionamento della stessa, si deve procedere con la pulizia profonda delle lame e delle viti di fissaggio, rimuovendo tutta la sporcizia che vi può rimanere imprigionata, ostruendone il movimento: rami, legni, polvere, foglie. Utilizzate una comune spazzola di ferro o un piccolo cacciavite. 

Si possono anche lavare le lame, per rimuovere eventuali residui di resina, con acqua saponata tiepida ed una spazzola dalle setole rigide (ed un paio di guanti! Non dimenticateli mai, soprattutto durante l'utilizzo dell'attrezzo).

Se le lame sono sbeccate o poco affilate, è bene cambiarle totalmente.

Manutenzione tagliasiepe elettrico

Un altro importante passaggio è la pulizia del filtro dell'aria: sarà sufficiente smontarlo e soffiarlo con dell'aria compressa. Nel caso fosse scuro e particolarmente sporco, basterà sostituirlo.

Infine, parliamo dell'ingrassaggio della scatola ingranaggi. Tutte le tipologie di tagliasiepi ne hanno una, ma esistono due modi per procedere, a seconda del tipo di modello della macchina che si ha in dotazione:

  • ingrassaggio a vite, svitando e rimuovendo la vite presente sulla scatola ingranaggi;
  • con l'utilizzo di una siringa a pressione, direttamente sul raccordo.

Manutenzione tagliasiepe a scoppio

Nel caso di tagliasiepe a motore c'è un ulteriore passaggio da fare, oltre a quelli già descritti: si tratta della pulizia del filtro del carburatore. Il filtro è collegato al tubo della benzina, all'interno del serbatoio: se dovesse essere sporco od ostruito, la benzina non arriverebbe propriamente al motore, rischiando il blocco della macchina. 

In caso di filtro sporco od usurato, è consigliata la sostituzione con uno nuovo.

Vai all'articolo precedente:Come pulire il carburatore del tagliaerba: consigli utili
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su
Cookie Image