Mulching: cos'è, come si fa, pro e contro di questa tecnica di taglio

Mulching: cos'è, come si fa, pro e contro di questa tecnica di taglio

Cosa si intende per taglio mulching? Il sistema taglio erba mulching consiste nello sminuzzare ripetutamente i frammenti d'erba e rilasciarli sul prato. I residui di erba finemente tagliati, essendo così piccoli, vanno a decomporsi rapidamente creando così una sorta di piccola concimazione naturale e donando così acqua ed elementi naturali al terreno.

Si tratta di una tecnica nata negli Usa a inizio anni '90, inizialmente per ridurre il volume dei residui erbosi da conferire alle discariche, che nel periodo estivo può arrivare a rappresentare la metà del totale del materiale conferito. Il termine si può tradurre come “pacciamatura”, che è una pratica che viene utilizzata normalmente in agricoltura: in genere si utilizzano diversi materiali, sia vegetali che artificiali, per proteggere le colture dell'orto in maniera da ridurre l’impatto delle malerbe e l’evaporazione dell’acqua dal suolo.

Mulching pro e contro

Meglio mulching o raccolta erba? Quando si parla di mulching opinioni e consigli fioccano. Il mulching permette di risparmiare molto tempo, evitando la raccolta e lo smaltimento dei residui. Inoltre fornisce alle piante una fonte fertilizzante e di sostanza organica legata alla decomposizione dei residui, riducendo allo stesso tempo la perdita di umidità del suolo. A parità di superficie richiede inoltre delle macchine di minor potenza e con minor larghezza, riducendo così anche i danni da calpestamento.

Effettuando la raccolta dell'erba però si riduce notevolmente il rischio di diffusione di infestanti e dello sviluppo di malattie fungine, che con il mulching è sicuramente più presente. Se inoltre teniamo in particolar modo alla pulizia visiva oltre che sanitaria del prato, conviene sicuramente optare per il taglio con raccolta dei residui.

La tecnica mulching è particolarmente indicata per quei prati le cui superfici raggiungono notevoli dimensioni e in cui la raccolta e lo smaltimento di elevate quantità di erba tagliata possono risultare difficoltosi. Infatti si tratta di una tecnica particolarmente diffusa negli Stati Uniti e in Nord Europa, dove i prati hanno spesso queste caratteristiche.

È molto importante praticare il taglio mulching sull'erba asciutta, in maniera da evitare la formazione di feltro sul prato. Il feltro si forma quando il tasso di accumulo di residui supera quello di decomposizione. In questo caso si rischia di andare a creare un ambiente che facilita la proliferazione di batteri e insetti dannosi per il tappeto erboso. Il feltro riduce la resistenza al caldo, al freddo e alla siccità e aumenta il potenziale d’inoculo delle malattie del tappeto erboso.

Tra gli svantaggi mulching possiamo registrare l'alta frequenza con cui deve essere eseguito il taglio e le condizioni climatiche ottimali. Secondo le indicazioni degli esperti, nel taglio va asportata al massimo un terzo dell’altezza complessiva dell’erba, e bisogna sempre evitare che l’erba sia libera di crescere troppo tra un taglio e l’altro. Questo per evitare che la massa dei residui che vengono rilasciati sul prato risulti troppo grande quando andiamo a redistribuirla sul prato. Di conseguenza il taglio mulching deve essere frequente ed eseguito nei periodi adatti: in autunno le temperature non consentono la degradazione corretta dei residui e nelle aree più umide cresce il rischio di diffusi marciumi al tappeto erboso.

Mulching si o no, quindi? Dipende molto dalle caratteristiche del prato, ma una cosa è fondamentale: per realizzare uno sfalcio con tecnica mulching, è essenziale avere attrezzatura adatta.

Attrezzatura per sfalcio mulching

Per effettuare il taglio erba con mulching in maniera efficace, bisogna utilizzare un tagliaerba specifico ad alta prestazione, dotato di lame speciali e di una particolare camera di taglio che consentono di mantenere l’erba tagliata in sospensione all’interno della camera fino a completa triturazione, per poi distribuirla sul manto erboso. Maggiore è lo sminuzzamento, più velocemente avviene la decomposizione delle strutture vegetali. La decomposizione rapida delle fibre vegetali è importante perché permette di azzerare il rischio che si generi feltro nel prato. In genere solo le attrezzature realizzate specificatamente per la tecnica mulching funzionano in maniera ottimale ed annullano il rischio feltro.

Tagliaerba e robot per mulching consigli

I tagliaerba per buon mulching non hanno fori di scarico, hanno la campana di taglio più alta e sono dotati di una lama con una contro elica che serve a mantenere in sospensione l’erba per poterla tagliare più volte. Dal punto di vista tecnico, conviene scegliere un nuovo tagliaerba elettrico a batteria, dal momento che il motore elettrico è dotato di coppia motrice superiore.

Per quanto riguarda i robot tagliaerba bisogna distinguere tra i rasaerba a rasoi e quelli con lame. Il robot tagliaerba realizza quasi sempre un buon mulching, dato che a taglia in continuazione piccole porzioni di erba. La differenza tra i modelli a lame e quelli a rasoi risiede nel fatto che i primi sono in grado di fare il mulching anche in condizioni di erba alta, mentre i robot con rasoi fanno molta più fatica durante il primo taglio stagionale o quando, appunto, l’erba è alta.

Vai all'articolo precedente:Raccolta nocciole: periodo e attrezzi per eseguirla al meglio
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image