Potatura alberi da frutto: come e quando farla

22 Settembre 2022
Potatura alberi da frutto: come e quando farla

La potatura alberi da frutto è uno degli interventi più importanti da eseguire nel frutteto. Qualunque sia il numero di piante presenti nel terreno, bisogna intervenire periodicamente per dare loro una regolata e consentire di mantenere una chioma ordinata, sana e produttiva. Scopriamo di seguito come si potano gli alberi da frutto e quando effettuare la potatura.

Come potare alberi da frutto

Esistono varie tecniche di potatura per gli alberi da frutto, ma vi sono dei criteri sempre validi, che vanno rispettati per il benessere della pianta. Ecco quali sono:

  • Non sottoporre piante appena potate a periodi molto freddi. Per questo si sconsiglia di eseguire la potatura autunnale dove l’inverno è molto rigido.
  • Non esporre i rami appena tagliati a pioggia e umidità eccessiva. Si consiglia quindi di eseguire l’intervento quando la giornata è serena.
  • Eliminare subito rami secchi o danneggiati da agenti atmosferici, qualunque sia il periodo in cui si verificano, e tagliare le parti lesionate.
  • Rimuovere subito parti di pianta colpite da patologie, tagliando subito i rami malati per evitare che la malattia si diffonda al resto della pianta.

Tecniche di potatura alberi da frutto

Per cominciare, è importante sottolineare che una buona potatura deve sempre rispettare la forma naturale della pianta. Ciò vuol dire che, in particolare all’inizio, occorre individuare le branche primarie della pianta e seguirle durante l’intervento.

Inoltre, ancora prima di cominciare a potare alberi da frutto, bisogna avere ben chiara la tipologia di potatura da eseguire. Per facilitare l’intervento, è importante sapere che sostanzialmente si possono distinguere due tipi di potature alberi da frutto, a seconda dell’età della pianta, che sono:

Potatura secca

Viene effettuata durante il riposo vegetativo e non disperde la linfa della pianta. La tecnica permette di avere piante più facili da mantenere e con una qualità fruttifera migliore. Questo tipo di potatura a sua volta si suddivide in:

  • Potatura di formazione – si pratica nei primi anni di vita della pianta e permette alla pianta da frutto di avere una crescita equilibrata, funzionale e piacevole anche dal punto di vista estetico. Inoltre, favorisce anche la produzione di rami robusti e distanziati tra loro e una distribuzione uniforme di fiori e frutti.
  • Potatura di produzione – detta anche potatura a legno, prevede il taglio anche di rami ben lignificati. La potatura di produzione si pratica quando la pianta è nell’età adulta e si pone come obiettivo quello di gestire e migliorare la produzione, garantendo un equilibrio corretto fra vegetazione e produzione.

Potatura verde

Si tratta della potatura estiva, chiamata così perché prevede di tagliare rami verdi, quindi quando sono carichi di foglie. Di conseguenza, è chiaro che la tecnica viene eseguita durante l’attività vegetativa della pianta, quindi fra la primavera inoltrata e l’estate.

I lavori di potatura verde consistono nel tagliare alcuni tipi di rami non produttivi, che bisogna rimuovere non appena compaiono, così da evitare che la pianta sprechi energie per farli crescere. I rami da eliminare sono i polloni, situati alla base del tronco, e i succhioni, rami con portamento verticale privi di gemme a fiore.

Quando potare alberi da frutto

Il ciclo di vita e di crescita si basa sulle stagioni, per cui tutte le varie fasi, attività vegetativa, fioritura, produzione, caduta delle foglie avvengono in periodi specifici. In questo ciclo si inserisce anche il lavoro di potatura degli alberi da frutto, da eseguire in determinati periodi dell’anno.

Qual è il migliore periodo potatura alberi da frutto? Per scegliere il periodo di potatura bisogna considerare due aspetti fondamentali:

  • Il clima – una volta che i rami vengono tagliati, si vanno a creare delle ferite alla pianta e non dovrebbero essere colpite da piogge e gelate.
  • La condizione della pianta – è consigliabile potare quando ci sono poche foglie sui rami o addirittura sono assenti. In questo modo si ha una visione certa della struttura della pianta. Inoltre, è utile anche vedere a che punto è la formazione di gemme a legno e gemme a fiore, in quanto la loro presenza permette di capire lo sviluppo che può avere la pianta nei successivi mesi.

Si possono distinguere i periodi di potatura migliori in base al tipo di albero da frutto. Per esempio, per le piante appartenenti drupacee, come pesco, ciliegio, albicocco, o alle pomacee, come pero, cotogno, melo, il periodo ideale per la potatura è fine autunno o inizio inverno. I mesi indicati sono quindi novembre, dicembre, gennaio, febbraio e marzo.

In definitiva, è dunque possibile affermare che il periodo migliore per la potatura degli alberi da frutto è la fine dell'inverno, solitamente il mese di febbraio. In questo periodo, infatti, le piante non hanno ancora foglie, sui rami ci sono già le gemme che si stanno formando e le gelate sono comunque ormai lontane.

Vai all'articolo precedente:Potatura magnolia: come e quando farla
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni 5€ di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su