Raccolta nocciole: periodo e attrezzi per eseguirla al meglio

Raccolta nocciole: periodo e attrezzi per eseguirla al meglio

L'Italia è famosa in tutto il mondo per le sue nocciole. Siamo infatti uno dei maggiori produttori mondiali di questo particolare frutto a guscio e il periodo raccolta nocciole vede in molte zone d'Italia, in particolare in Piemonte, tantissime persone che lavorano per rendere disponibile questo ingrediente fondamentale e richiestissimo dall'industria dolciaria.

Un noccioleto, infatti, può essere una buona attività agricola da reddito, dal momento che offre ancora rilevanti margini di guadagno ed è un’ottima opportunità per concretizzare l’iniziativa imprenditoriale di piccoli coltivatori, come anche di aziende di medie e grandi dimensioni.

Per molte famiglie, inoltre, un impianto, anche piccolo, di nocciole diventa spesso una fonte di reddito secondaria che va ad integrare il bilancio familiare: il nocciolo, infatti, è una pianta che richiede poco lavoro e che, per questo, viene coltivata in molti casi anche da chi svolge attività completamente diverse.

Ma se la coltivazione dei noccioli non comporta un lavoro particolarmente impegnativo, bisogna prestare molta attenzione su come raccogliere le nocciole: il momento del raccolto è importante perché non basta solo cogliere le nocciole mature, ma bisogna raccoglierle prima che l’umido del terreno ne rovini la consistenza.

In che periodo si raccolgono le nocciole

Il periodo di raccolta delle nocciole è l’autunno: i frutti maturano a partire dalla fine del mese di agosto e la loro raccolta in genere impegna tutto settembre, arrivando a volte anche fino ad ottobre. Raggiunta la piena maturazione del frutto, il suo involucro raggrinzisce staccandosi con facilità. Ovviamente, come per ogni raccolta, il momento esatto per raccogliere le nocciole varia a seconda dalla zona climatica in cui ci si trova, dalla varietà di nocciolo coltivata e dalle temperature nell’annata.

Come si raccolgono le nocciole

Una volta completata la maturazione delle nocciole, occorre iniziare le operazioni di raccolta. Non è difficile capire quando la nocciola è pronta per la raccolta: semplicemente guardandole si vede che hanno la giusta pezzatura, che il frutto è diventato legnoso e dal guscio marrone. Raccogliendole ancora verdi si conservano solo alcune settimane, per cui conviene sempre aspettare la piena maturazione sulla pianta. Quando sono completamente mature, oltre ad essere marroni e legnose, si staccano facilmente dal ramo e cadono a terra. La raccolta delle nocciole infatti si esegue scuotendo i rami e raccogliendo i frutti caduti a terra.

Ma è importante raccogliere le nocciole velocemente, dal momento che quelle cadute a terra tendono a riassorbire l'umidità, pregiudicando le qualità organolettiche e la consistenza del frutto. Per evitare di dover gettare buona parte del raccolto, è indicato non far passare più di 5-6 giorni tra una raccolta e l'altra. Se si aspetta troppo a lungo, inoltre, c’è anche il rischio che qualche animale ne approfitti per mangiare i frutti caduti a terra. In particolare, gli scoiattoli e i cinghiali sono ghiotti di nocciole.

Attrezzo raccogli nocciole

Raccogliere da terra frutti minuscoli, come le nocciole, è un'operazione che può richiedere molto tempo ed essere causa di fastidiosi mal di schiena, dato che porta ad assumere posizioni molto scomode per lungo tempo.

Nei noccioleti più grandi, la raccolta nocciole è meccanizzata e viene eseguita tramite macchine aspiratrici in grado di separare i frutti dal fogliame e dai rametti. Le macchine utilizzate per la raccolta meccanica sono le raccoglitrici pneumatiche trainate e quelle semoventi.

Nel caso di frutteti di piccole dimensioni di uso domestico, vengono utilizzati degli attrezzi per raccolta nocciole che consentono il raccolto manuale senza doversi chinare. Si tratta di una gabbia di fili d’acciaio che, rotolando sul terreno, ingloba ciò che incontra al suo passaggio grazie all’elasticità dei fili che si divaricano in presenza di un ostacolo e poi si richiudono.

Si tratta di uno strumento molto leggero, grazie anche ad un manico di 130 cm costruito in lega leggera di alta qualità che garantisce un peso ridotto dell'attrezzo. Questo attrezzo è in grado di raccogliere, anche su un terreno bagnato e in presenza di erba fino a 15-20 cm di altezza, foglie e legnetti, riducendo notevolmente fatica e sforzo fisico.

Come conservare le nocciole dopo la raccolta

La nocciola è un frutto a guscio che si conserva molto a lungo (anche quando vengono seccate si mantengono per mesi). Al contrario, la nocciola fresca e sgusciata deve esser consumata entro tre o quattro settimane al massimo.

Per conservare al meglio le nocciole è necessario stenderle al sole per essiccarle, permettendo così la fuoriuscita di buona parte dell'acqua. La modalità classica consiste nel lasciarle almeno una settimana esposte al sole, ritirandole la notte perché non assorbano l’umidità. In commercio esistono anche essiccatori appositi, ma chi le coltiva nel frutteto familiare può sopperire all'acquisto di una macchina professionale seccandole al forno.

L'essicazione delle nocciole nel forno si esegue impostando una temperatura di 40/50 gradi, lasciando lo sportello semi aperto, per il tempo necessario a seconda dell'umidità del periodo.

La nocciola si conserva meglio all'interno del suo guscio legnoso, in un posto fresco, non esposto alla luce e soprattutto non umido, dove ci sia un poco di ricambio d’aria.

Vai all'articolo precedente:Manutenzione del prato a settembre: semina, concimazione, taglio
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image