Raccolta noci: quando e come effettuarla

Raccolta noci: quando e come effettuarla

La raccolta delle noci è un momento particolarmente emozionante per i coltivatori, che vedono i propri alberi amorevolmente curati per tanti mesi produrre i propri preziosi frutti. Per raccogliere le noci è indispensabile scegliere il momento opportuno, quando i frutti sono a maturazione, e utilizzare le tecniche e gli strumenti più appropriati: sul nostro e-commerce ne trovi per davvero tutte le coltivazioni.

Vediamo insieme qual è il giusto periodo di raccolta delle noci e quali sono le tecniche da usare!

Quando si raccolgono le noci?

In Italia il periodo di raccolta delle noci inizia a fine estate e continua per tutto l'autunno, fino a quasi l'arrivo dell'inverno. Si tratta di una finestra di tempo piuttosto limitata, ma che assicura una qualità della raccolta decisamente più elevata, che garantisce a sua volta la qualità del prodotto finito.

Come si raccolgono le noci

Le noci non vengono raccolte direttamente dai rami: è necessario aspettare che cadano spontaneamente. Alcuni preferiscono eseguire l'operazione di abbacchiatura, cioè il movimento dei rami con un bastone per promuovere la caduta dei frutti. Questa tecnica riduce sicuramente i tempi di raccolta, ma rischia di danneggiare i rami.

Di solito si raccolgono le noci già cadute dall'abero ogni 2-3 giorni: è importante non aspettare più tempo perché l'umidità del terreno potrebbe far scurire il guscio o peggio, marcire il gheriglio.

Racchette e gabbie

Al termine di un bastone è possibile fissare un'apposita gabbia o racchetta, dalla forma ovale: si tratta di uno strumento molto facile da usare, che strisciato sul terreno intrappola le noci all'interno e ne rende agevole la raccolta in poco tempo.

Sul nostro e-commerce sono disponibili molti modelli, diversi per dimensioni e prezzo: ti consigliamo di fare un salto sulla pagina dedicata e di controllare se in catalogo non sia al momento presente qualche strumento che può fare al caso tuo!

I teli in polietilene

Per velocizzare la raccolta ed evitare le infiltrazioni di umidità è possibile stendere teli di polietilene ai piedi dell'albero: su di essi cadranno i frutti del noce, che potranno essere raccolti più agevolmente.

Scuotitrici e raccoglitrici per la raccolta delle noci

Esistono due attrezzi automatici che possono essere usati per la raccolta delle noci: la scuotitrice e la raccoglitrice automatica. Consentono ovviamente una raccolta professionale anche in campi di ampissime dimensioni, ma è necessario valutare se vale la pena sostenere il costo di acquisto e attività per la metratura che dovrà essere coperta in fase di raccolta.

Se parliamo di un raccolto ad uso industriale e produttivo, la risposta è indubbiamente sì. Se parliamo di una coltivazione amatoriale, probabilmente il metodo a mano o con un piccolo attrezzo per raccogliere le noci è il più indicato, e soprattutto il più economico.

Come conservare le noci dopo la raccolta: smallatura e disinfezione

La smallatura è la fase più importante di cui occuparsi, subito dopo la raccolta. Ogni frutto è avvolto dal mallo, un mantello protettivo che lo difende dalle intemperie e dall'umidità. Si tratta di una membrana solida, che secerne un liquido oleoso e dal forte potere tintorio: quando maneggi il mallo utilizza sempre dei guanti protettivi.

Lo juglone, la sostanza secreta dal mallo, è tossica per molte piante e ne inibisce la crescita: evita quindi di gettare il mallo nella compostiera, perché usando quel concime per le piante potresti farle ammalare o rallentarne l'evoluzione. Se il mallo finisce nel compost è necessario sottoporlo ad un buon riscaldamento piuttosto prolungato per eliminare la molecola.

Dopo la smallatura è necessario procedere alla disinfezione dei gusci. Viene fatta con una soluzione 1:10 di candeggina in acqua. Lavando le noci in questa soluzione di candeggina molto diluita è possibile evitare marciumi e macchie sul guscio, che inficerebbero la vendita e potrebbero intaccare il prezioso gheriglio all'interno. Inoltre, disinfettare il guscio lo assicura per la vendita e previene la formazione di contaminazioni batteriche potenzialmente pericolose per la salute dei consumatori dei frutti.

L'asciugatura

L'ultima fase è l'asciugatura delle noci. A seconda della dimensione del frutto potrebbero essere necessari uno, due o tre giorni. In questo momento è importante lasciare le noci in un luogo ben ventilato e disposte su gratelle areate, per evitare che l'acqua di lavaggio ristagni e macchi la superficie. Come ultimo consiglio non possiamo che dirti di fare attenzione agli scoiattoli! Se trovassero le tue noci già pronte ad asciugare, non ci metterebbero molto a rubartele. Questi piccoli incidenti non inficiano una produzione industriale di svariate tonnellate, ma potrebbero danneggiare i piccoli coltivatori o le persone che coltivano le noci per passione e non per lavoro.

Per proteggere le noci dagli scoiattoli è bene porre i vassoi di asciugatura al chiuso, per esempio in una cantina. Se questo non fosse possibile, si possono creare delle stazioni di asciugatura all'aperto coperte da speciali reti, gabbie o teloni resistenti, che impediscano agli animali di avvicinarsi troppo al tuo prezioso raccolto.

Vai all'articolo precedente:Raccolta castagne: quando, dove e come farla
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image