Scegli la motozappa giusta per te

Scegli la motozappa giusta per te

Oggi parleremo di una macchina robusta e simbolo del duro lavoro che non può mancare nel kit del buon giardiniere: la motozappa. Uno strumento molto utile per rendere il terreno del proprio giardino più morbido e pronto per accogliere le nostre future piante. Ma come scelgo il modello ideale per le mie esigenze? Scopriamolo insieme in questo nuovo articolo!

Motozappa o motocoltivatore?

Prima di procedere con questo argomento sarà meglio soffermarci sulle caratteristiche di questa macchina e sul lavoro che svolge. La motozappa nasce con l'unico compito di fresare e sarchiare il terreno in vista della semina cosa ben diversa da ciò che il motocoltivatore è in grado di fare. Infatti erroneamente queste due macchine vengono equiparate senza pensare che il motocoltivatore nasce per arare la terra e non fresarla. Infatti l'aratura è l'operazione che consiste nel rivoltare la terra spostando il materiale organico dalla superficie al sottosuolo creando così dell'ottimo concime con la sua decomposizione. Dopo aver aspettato un po' di tempo potremmo procedere con la fresatura, ossia la preparazione del terreno attraverso l'utilizzo di una motozappa che permette di rendere la superficie più soffice e morbida diventando ideale per la semina. 

I punti fondamentali

Dopo aver precisato questa differenza procediamo illustrando i punti fondamentali per la scelta di una buona motozappa: Motorizzazione e Fresa.

  • Con la parola motorizzazione intendiamo il tipo di motore. Nel caso di un modello a scoppio bisognerà conoscere i tempi del motore, i CV e i cc.
  • Con la parola fresa intendiamo la mole di lavoro che la macchina è in grado di sostenere in base al numero di frese e alla loro forma e costituzione.

Conoscendo queste caratteristiche sarai in grado di trovare la macchina ideale per le tue esigenze. Come? Iniziamo subito partendo con la motorizzazione.

Rombi e motori

Il motore è un componente importantissimo per la scelta di una motozappa. Esistono modelli con motore elettrico o a batteria che rendono la macchina più leggera e maneggevole anche se permettono di lavorare solo sui terreni più morbidi oppure di svolgere delle piccole manutenzioni periodiche nel proprio terreno. Viceversa i motori a scoppio sono in grado di lavorare anche su terreni più duri senza problemi a scapito del peso e della maneggevolezza. Ma come si capisce se la macchina monta il motore giusto per le nostre necessità? Per trovare la soluzione a questo quesito dobbiamo sapere alcune informazioni su questo componente della nostra motozappa:

  • La prima caratteristica che dobbiamo conoscere è il tipo di motore: a 2 Tempi oppure 4. I motori a 2 Tempi sono tutti quelli che funzionano a miscela mentre quelli a 4 tempi sono quelli che funzionano a benzina. I primi stanno leggermente svanendo dal mercato a causa della loro scarsa longevità. Infatti un motore a 4 tempi dura molto di più nel tempo rispetto ad un motore da 2. Inoltre offrono anche più potenza e più cilindrata. Questo non toglie che esistano anche modelli a Diesel, di solito le macchine dotate di questo motore sono accompagnate da un avviamento elettrico.
  • Un'altra cosa importante da osservare per capire se il motore può essere l'ideale per noi è la potenza (CV) e la cilindrata (cc). Per essere più precisi e dare delle piccole indicazioni possiamo dire che un motore con una potenza di 5 CV è ideale per superfici inferiori ai 1000 m2. Mentre quelli con una potenza di 7 CV tornano ideali per superfici di 3000 m2. Nel caso dovessi essere in dubbio su due modelli che hanno la stessa potenza punta sul modello con più cilindrata (cc). Una cilindrata maggiore garantisce più rendimento anche a basso regime, riducendo così i consumi della macchina e ottenendo al tempo stesso un lavoro impeccabile.

Fatte queste precisazioni ora sai perfettamente quale motore dovrà montare la tua macchina! Quindi se per esempio possiedi un giardino di 1000 m2 la tua scelta ideale potrebbe essere un motore a 4 Tempi benzina con 5 CV di potenza e 160 cc di cilindrata. Lavoro perfetto anche a basso regime riducendo di molto i consumi della macchina.

Frese e larghezza lavoro

Parliamo ora di un altro componente importante della motozappa, ossia le frese. Le frese sono le lame che ci permettono di lavorare il nostro terreno. Il numero di frese determina la larghezza di lavoro della macchina mentre il loro diametro determina la profondità che è in grado di raggiungere. Di norma queste vengono scelte in base alla superficie che dobbiamo lavorare e possono essere aggiunte e fissate attraverso bulloni oppure coppiglie per aumentare o diminuire la larghezza lavoro. Per chi non lo sapesse le coppiglie permettono di velocizzare il fissaggio delle frese evitando l'uso di particolari attrezzi. Se la macchina monta 4 frese corrispondono circa a 70 cm di larghezza lavoro, 6 frese a circa 80 - 90 cm e 8 frese a 110 cm. Di norma per terreni superiori ai 2000 m2 vengono utilizzate dalle 4 alle 6 frese.

Tutta una questione di profondità

Parlando delle frese abbiamo nominato la profondità. Questa va scelta in base al tipo di terreno che abbiamo di fronte. Per un terreno nuovo oppure aree fresate male consigliamo di eseguire un lavoro più in profondità. Mentre se si deve eseguire una manutenzione generale per preparare il letto della semina è meglio eseguire un lavoro a profondità media. La profondità più bassa viene usata per lavorare il terreno tra le varie piantine durante il loro periodo di crescita. Fai attenzione però perchè più profondità significa anche maggiore sforzo, quindi valuta bene il peso della motozappa e assicurati di riuscire a mantenerla durante la piena fase di lavoro.

La fresa perfetta

Ora conosci le basi per scegliere la motozappa ideale per te. Noi però vogliamo darti la nostra modesta opinione condividendo con te la nostra esperienza 30ennale. La motozappa perfetta deve avere:

  • 2 marce di avanzamento e 1 di retromarcia per svolgere lavori perfetti con passaggi più rapidi.
  • Dischi proteggi piante posti al lato delle frese. Permettono di delimitare con precisione il lavoro, proteggere le piccole piantine dalle lame, evitare ostruzioni e che vengano scagliati sassi durante il lavoro.
  • Il fissaggio delle frese a coppiglie in modo da lavorare sempre in comodità e rapidità.
  • Un potente motore a 4 tempi da 5 CV con circa 160 cc di cilindrata in caso di terreni abbastanza grandi, invece per i più piccoli 50 cc vanno benissimo.
  • Ruotina anteriore per un trasporto facilitato.
  • Larghezza di lavoro di circa 80 cm per terreni medio grandi, invece per i più piccoli di circa 50 cm.
  • Come profondità di lavoro consigliamo di stare sui 30 cm. Questo dato però è relativo perchè dipende dall'intensità del lavoro che dovrai svolgere.

Alcuni buoni modelli di motozappa che coprono quasi tutte le caratteristiche elencate in precedenza sono la FG 320 di HONDA e, se preferisci una macchina più comoda e veloce in grado di raggiungere ogni angolo del tuo terreno, il modello FF 500 sempre di HONDA.

 

Lasciateci la vostra opinione e condividetela con noi!

Cosa ne pensi di questi prodotti? Utilizzi spesso la motozappa? Quale modello possiedi? Condividi la tua esperienza commentando qui sotto.

Vai all'articolo precedente:Qual è il trattorino rasaerba giusto per te?
Vai all'articolo successivo:Come si sceglie il decespugliatore ideale? Scoprilo con questa guida!
Commenti:
2
    dario
    08/05/2018 14:55
    ho acquistato motozappa honda ff500 controrotante is very good fantastica a presto Roberto dario
    Centro Verde
    09/05/2018 17:35
    Grazie mille Dario da tutto Centro Verde, siamo felici che si trova bene con i nostri prodotti!
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image