Arieggiatori per prati

Può Interessarti Anche

Naviga per Marca

Arieggiatori per prati: guida all'acquisto

Curare il giardino non è facile se non si dispone degli strumenti giusti. Per ravvivare il prato e liberarlo da muschi e detriti è indispensabile ricorrere ad arieggiatori per giardino: gli strumenti che rimuovono il feltro e restituiscono nuova vita al manto erboso.

Esistono però vari tipi di arieggiatori professionali: conoscere le loro caratteristiche ti sarà utile per orientarti nell'acquisto.

Arieggiatori manuali

Per arieggiare il prato è possibile utilizzare strumenti manuali come rastrelli e trivelle, sia a carotaggio che a spuntoni, che assumono la stessa funzione di un arieggiatore prato elettrico oppure e motore.

Questi attrezzi sono idonei in piccoli giardini, mentre in aree più grandi è consigliabile ricorrere a strumenti più pratici.

Arieggiatori elettrici

Questi arieggiatori per prato funzionano tramite alimentazione elettrica e sono perciò provvisti di un cavo. Appaiono esteticamente simili a tosaerba, con maniglia di spinta, ruote e un rullo all'estremità inferiore che elimina il feltro con delle lame.

La presenza del filo può talvolta ostacolare i movimenti su grandi superfici. Ecco perché un arieggiatore per prato di questo tipo è ideale su spazi verdi di dimensioni limitate, dove non vi siano ostacoli e impedimenti.

Arieggiatori a scoppio

L'arieggiatore a scoppio è alimentato da un motore e non necessita quindi di alcun cavo: ciò lo rende utilizzabile anche su aree molto estese. Questo tipo di arieggiatore professionale si distingue anche per la notevole resistenza e robustezza e per la maggiore potenza rispetto ai modelli elettrici.

Arieggiatori prezzi

I prezzi degli arieggiatori per prati variano a seconda della tipologia e dei materiali. Quelli elettrici sono più economici di quelli a scoppio, che tuttavia risultano più efficaci e professionali. Per scegliere il tuo modello devi però tenere conto delle tue esigenze e dell'estensione del tuo giardino.

Torna su