Perché abbattere un albero? Vediamo come farlo e cosa serve

23 Novembre 2015
Perché abbattere un albero? Vediamo come farlo e cosa serve

Abbattere gli alberi non è mai un'operazione facile e senza conseguenze. Alcuni casi però non lasciano altra soluzione se non quella dell'abbattimento. Quando un albero cresce troppo e inizia a provocare danni ad altre strutture, come ad esempio i marciapiedi, sarà necessario rimuoverlo. Anche quando l'albero è troppo vicino alla casa e c'è il rischio che la possa danneggiare, soprattutto, in caso di violenti temporali. In tutti gli altri casi si può abbattere perché é malato, secco o perché lascia in ombra tutte le altre piante del giardino, facendole soffrire o deperire per la mancanza di luce.

L'albero è troppo ingombrante da gestire? Allora potete contattare un esperto che verrà a tagliarlo, senza arrecare danni alle strutture vicine. L'operazione può diventare molto pericolosa e richiede persone preparate.

Dopo aver tagliato un albero si può valutare di piantarne un altro di dimensioni ridotte, per sopperire alla mancanza che si è venuta a creare e che potrà esservi consigliato da esperti, senza che si trasformi nuovamente in un albero dalle dimensioni enormi.

Prima di arrivare alla drastica soluzione dell'abbattimento, se si tratta di un albero in giardino, sarebbe stato utile progettare il giardino e pensare a come sarebbe stato dopo 30 o 40 anni, considerando lo sviluppo degli alberi. queste considerazioni andrebbero sempre fatte.

Nel caso in cui l'albero non sia di notevoli dimensioni potete procedere voi all'abbattimento.

Cosa serve per abbattere un albero?

  • Guanti
  • Motosega
  • Casco con visiera
  • Scarpe antitaglio
  • Abbigliamento protettivo (giacche, pantaloni o salopette con protezione antitaglio)

Prima di azionare la motosega dovete essere sicuri di come funziona, per questo dovete aver letto il manuale di istruzioni.

Come si procede con l'abbattimento?

Prima di iniziare va detto che la motosega è da tenere sempre saldamente con due mani e il pollice deve sempre restare nella parte inferiore dell'impugnatura.

Il taglio va sempre effettuato con tutta la lama della motosega, evitando di usare solo la punta. Usare solo la parte anteriore della lama può provocare un contraccolpo molto pericoloso.

Quando abbattete un albero dovete sempre usare il tronco come appoggio e protezione. Inoltre se tagliate dei rami alla destra del tronco con la motosega, tenete il tronco davanti a voi per proteggervi, stando più spostati a sinistra.

La prima cosa da fare è un taglio dall'alto verso il basso che non superi 1/4 del tronco dalla parte dove volete che cada l'albero. Poi procedete con un altro taglio orizzontale che incontri il primo taglio. Il risultato dovrebbe essere un taglio con angolo di circa 45 gradi, chiamato tacca di direzione.

Dalla parte opposta dovete procedere con un altro taglio orizzontale poco più in alto del taglio precedente, per andare a innescare il cedimento e la caduta dell'albero.

In questo taglio va inserito un cuneo (o zeppetta) per facilitare la caduta dalla parte opposta. Mentre aspettate che avvenga la caduta è meglio se vi allontanate dall'albero, indietreggiando ed essendo sicuri che non ci siano ostacoli intorno. Meglio se posate per terra la motosega per evitare cadute accidentali o infortuni.

Una volta caduto cercate di fermare il tronco, in modo che non rotoli mentre state tagliando i rami in eccesso. Tenete le gambe divaricate e state dritti con la schiena, dando il peso sul ramo o sul tronco che state tagliando, in modo da non sostenere tutto il peso della motosega con le braccia e la schiena.

Ora che avete tagliato in pezzi tutto il tronco, potete procedere facendo legna da ardere se avete una stufa o un caminetto. Usate un'ascia per dividere in due i pezzi di tronco da 30 cm circa.

Per quanto riguarda il ceppo rimasto, potete tagliarlo raso terra con la motosega, oppure lasciarne un pezzo da usare come portavasi o come "piede" di un tavolo rustico.

PS. Se hai bisogno di un consiglio personalizzato contattaci!

Vai all'articolo precedente:Perché vanno potate le piante? Tutto quello che devi sapere!
Vai all'articolo successivo:Come smaltire le ramaglie tagliate? Con il biotrituratore!
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
Torna su
Cookie Image