Calicanto: i suoi fiori profumano nel cuore dell'inverno. Come coltivarlo?

10 Dicembre 2015
Calicanto: i suoi fiori profumano nel cuore dell'inverno. Come coltivarlo?

Il Calicanto è noto per il suo profumo intenso che si diffonde nelle giornate invernali. Questo arbusto, presenza costante nei vecchi giardini di campagna, fa sbocciare i suoi fragranti fiori gialli tra il gelo e la neve. I suoi rami non ancora fioriti sono ideali da recidere e da mettere in casa per avere un'inebriante profumo. Coltivarlo è facile, vediamo insieme come fare.

Ti sarà sicuramente capitato durante una passeggiata in campagna, costeggiando il muro di un vecchio giardino, di respirare all’improvviso un inebriante profumo, quello del calicanto.

C'è una leggenda che riguarda il Calicanto: si narra che moltissimo tempo fa un pettirosso cercasse riparo durante un gelido inverno, ma tutti gli alberi erano spogli e non gli offrivano un riparo, fino a quando non trovò un gruppetto di foglie congelate di Calicanto che gli fornirono un po' di protezione. Il Cielo, visto questo atto d'amore della pianta verso il povero pettirosso, decise di far cadere una pioggia di stelle profumate: i fiori gialli.

Questo arbusto originario dei boschi montani cinesi, dove cresce sino a 3.000 metri di quota, è stato importato in Europa. Nonostante il suo aspetto un po’ sgraziato, caratterizzato da rami che sembrano spogli, nel cuore dell’inverno su di esso appaiono una miriade di fiorellini che liberano nell’aria una fragranza alla quale non si resta indifferenti. In estate i rami si riempiono di una moltitudine di foglie, ma nessuna traccia di fiori.

Il Calicanto vive bene sia al sole che in penombra. Pur prediligendo suoli sciolti e leggermente acidi, si adatta a tutti i tipi di terreno, anche a quelli compatti ed argillosi, a patto che non si verifichino ristagni di acqua a livello delle radici.

Puoi piantare i semi che sono contenuti nelle gemme legnose che si formano quando i fiori appassiscono. A primavera dovrai seminarli in un terriccio morbido, preferibilmente con sabbia o torba e innaffiare regolarmente.

Le cure di coltivazione di cui ha bisogno questo arbusto sono minime e questo fa del Calicanto un piccolo albero ideale per tutti i giardini a bassa manutenzione. Le piante giovani possono impiegare anche qualche anno prima di fiorire perciò abbiate pazienza. E’ sufficiente concimare la nuova pianta, nei primi 2 – 3 anni dopo la messa a dimora, in autunno, con stallatico maturo o altro concime organico. Per questa operazione ti potrai servire di uno spandiconcime, semplice da utilizzare, che può raggiungere anche i 2,5 mt.

In primavera può capitare che la pianta sia infestata dagli afidi. Se accade ciò, è utile cercare di eliminarli il prima possibile. Ricordiamo che questa pianta resiste molto bene all'inquinamento, perciò è facile vedere i suoi rami fioriti anche in città.

Come fare la potatura del Calicanto?

Dato il suo lento accrescimento, la potatura è normalmente limitata all’asportazione di rami secchi, spezzati e intricati. Questa operazione va fatta rigorosamente dopo la fioritura, a fine inverno. Si deve aver cura di lasciare il maggior numero possibile di rami di almeno due anni, perché sono quello che produrranno le gemme a fiore. Per questa operazione ti potrai munire di una forbice da potatura in cromo duro per i rami più piccoli e di una forbice da potatura con asta telescopica orientabile su 180° per i rami alti più difficili da raggiungere.

Di solito al Calicanto non viene riservata una posizione di rilievo all'interno del giardino, proprio perchè la sua fioritura avviene nel periodo invernale e si presenta quindi come una pianta anomala. Ti consigliamo di mettere a dimora il Calicanto vicino a casa o vicino a un punto di frequente passaggio, come per esempio lungo un muro o all’interno di una siepe mista, in questo modo quando si cammina nelle vicinanze si potrà sentire il suo meraviglioso profumo.

Un consiglio: i rami del calicanto, se raccolti quando i fiori sono ancora chiusi e messi in un vaso d’acqua, faranno sì che i boccioli si schiudano col tepore, profumando gli ambienti con la loro fragranza dolce e aromatica!

Se vuoi regalare al tuo giardino dei piccoli fiori invernali, pianta un Calicanto!

Vai all'articolo precedente:Tagliare l'erba in maniera ecosostenibile
Vai all'articolo successivo:Perché innaffiare le piante anche in inverno?
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su